Sergio Sarli: Vibrazioni per la pelle

Da Vivere Naturale Magazine – Nutrire il Benessere

 

Vibrazioni per la pelle

Il sostegno dell’alimentazione bio-dinamica

 

La pelle è un organo che svolge funzioni di protezione, di termoregolazione, di trasmissione di informazioni tramite specifici recettori, non solo per la percezione del caldo e del freddo, ma anche per le vibrazioni, la pressione e altro ancora.

La superfice del tessuto cutaneo copre circa due metri quadrati e rappresenta il confine tra l’ambiente esterno e quello interno, è l’interfaccia dove avvengono molti scambi e questa funzione è condivisa con la mucosa respiratoria e quella intestinale.

La pelle invia all’esterno molte informazioni sullo stato di salute, ma anche sulle condizioni emotive, basti pensare al rossore, al pallore, alla pelle d’oca. Infatti la pelle è esposta oltre alle condizioni atmosferiche anche allo sguardo degli altri. Una pelle liscia, morbida, elastica oppure secca, rugosa, indurita invia segnali che manifestano il livello di invecchiamento, di benessere e di salute. La pelle, purtroppo non si può nascondere ed è molto sensibile all’effetto negativo di un’alimentazione non corretta, dei fattori atmosferici, dello stress, dello stile di vita, del fumo, dell’alcol, dello scarso riposo.

Nell’organismo si formano radicali liberi che aggravano lo stress ossidativo delle cellule cutanee, alterano e danneggiano le componenti fondamentali della pelle, il collagene e l’elastina. Questi danni progressivi rovinano la cute che con il passare del tempo perde elasticità, infine si deteriora il tessuto connettivo, e questo aggrava tutti i fenomeni di invecchiamento precoce. Con il passare degli anni i sistemi di difesa non riescono più a ristabilire un equilibrio. Quindi è molto importante prestare attenzione alla propria alimentazione perché nel cibo troviamo una straordinaria risposta per il controllo dei radicali liberi. L’alimentazione è l’aiuto più concreto che possiamo darci, infatti esistono molti alimenti ricchi di sostanze antiossidanti. La maggiore presenza di queste sostanze si trova nella frutta, nella verdura, negli ortaggi e negli oli vegetali.

La vitamina C è un antiossidante che svolge un ruolo importante per la pelle, e per il  corpo. Ha una funzione protettiva e di riparazione del tessuto cutaneo oltre a svolgere un ruolo nella sintesi del collagene. Si trova nei kiwi, negli agrumi, nel melone, nelle fragole, nelle ciliegie, nel succo d’uva, nei peperoni, nei pomodori, ma anche in alcune verdure come gli spinaci, i broccoli, gli asparagi, nella rucola, nel radicchio, nei peperoncini piccanti, nel prezzemolo e in molte altre erbe aromatiche. Nei pomodori è presente anche un altro importante antiossidante, il licopene che protegge, tra l’altro, dai danni dell’esposizione al sole. Bisogna ricordare che la vitamina C è fotosensibile e anche sensibile al calore, per cui è preferibile mangiare gli alimenti, ricchi di questa vitamina, crudi e freschi, le spremute di agrumi vanno bevute il prima possibile per conservare la maggiore quantità di vitamina C.

Un’altra sostanza fondamentale è la vitamina A, un potente antiossidante utile per l’elasticità della pelle e per la sua idratazione. La troviamo nel latte e latticini, nelle uova. Sotto forma di beta carotene (precursore della vitamina A) è presente nei vegetali a foglia verde e in quelli di colore giallo e arancione. Ne sono ricchi la carota, la zucca, il melone, i peperoni, le arance, le albicocche, gli spinaci e i broccoli.

La vitamina E svolge un ruolo essenziale non solo nel contrasto dei radicali liberi, ma anche perché è in grado di proteggere gli acidi grassi essenziali dall’ossidazione.

È presente nell’olio d’oliva, nel germe di grano, negli oli di molti semi, nella frutta secca a guscio, nei prodotti fatti con farine integrali, nel pesce azzurro. Gli acidi grassi essenziali, si chiamano essenziali perché devono essere assunti necessariamente con l’alimentazione. Gli acidi grassi sono importanti perché costituenti di tutte le membrane cellulari di qualsiasi tessuto e svolgono una funzione vitale per le cellule del corpo. L’importanza di questi acidi grassi è stata dimostrata osservando i pazienti con nutrizione parenterale (cioè con liquidi per via endovenosa) in cui essi erano scarsi. La pelle delle persone così nutrite presentava lesioni simili alla psoriasi, oltre al rallentamento dei processi di cicatrizzazione.

Una delle maggiori azioni degli acidi grassi essenziali è quella di conferire alle membrane la giusta fluidità, infatti questa rappresenta il fattore più determinante per mantenere l’integrità della membrana stessa. Un altro fattore da tener presente per la salute della pelle sono i Sali minerali. Il Potassio, il Selenio e lo Zinco, svolgono un ruolo fondamentale nella sintesi delle fibre che costituiscono il tessuto sottocutaneo, dando elasticità e compattezza alla pelle. Nell’assumere la frutta e la verdura, fattore non meno importante è la loro freschezza. Devono essere biologiche, biodinamiche e di stagione per poter avere tutta la ricchezza di vitamine, di antiossidanti e di Sali minerali che la natura sa produrre.

 

Sergio Sarli

Medico omeopata, Agopuntore, Nutrizionista

www.centroarmoniain.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *