Pasquale Falzarano: Tutto è interconnesso. Tutto è essenza vitale.

Da Vivere Naturale Magazine – Nutrire il Benessere

 

Tutto è interconnesso. Tutto è essenza vitale.

 di Pasquale Falzarano

 

Ogni volta che incontro Pasquale Falzarano ho la sensazione di entrare dentro il suo meraviglioso flusso vitale e di nuotare in un’acqua che rigenera e trasforma.

Ed è la stessa cosa che accade ogni volta che respiro a pieni polmoni l’energia che vibra nell’aria e nella terra della sua azienda agricola biodinamica. E che le verdure di Agrilatina entrano nella nostra Agribottega Biodinamica, con la loro scia di profumi e colori.

Ecco perché ho deciso di rivivere questo flusso di energia, di pensieri e di sentimenti che è emerso con amorevole forza nella nostra chiacchierata insieme, senza intervenire, scrivendolo e rileggendolo esattamente per com’era. E ancora adesso mi emoziono.

 

Occorre prendere coscienza della situazione attuale, di cui oggi si parla molto.

Già anni fa l’agricoltore biodinamico parlava delle conseguenze dell’attività umana, che se non guidata da responsabilità avrebbe portato danni alla nostra casa terra.

Ora corriamo il rischio anche di perderla questa casa terra.

L’ONU poche settimane fa ha dichiarato che un quarto delle morti mondiali è riferibile all’inquinamento provocato dalle attività umane. Quindi noi stiamo uccidendo un quarto di noi stessi.

 

Sarebbe utile osservare la Terra, quale essa veramente è, nel contesto più ampio.

La dovremmo vedere nel sistema solare, il sistema solare nella nostra galassia e la nostra galassia nel cosmo. Innalzando la visuale, il campo che vediamo è sempre più ampio.

Quello che posso vedere se sto qui seduto, se salgo su quel tetto o se vado sulla montagna lì dietro è sicuramente diverso.

Noi siamo qui seduti ma non siamo fermi. La Terra in questo momento si sta muovendo nel cosmo. Noi stiamo ruotando su noi stessi all’equatore a oltre 1.600 km orari, ma ancora più velocemente intorno al sole a 106.000 km orari. Il sistema solare sta girando intorno alla galassia a 792.000 km orari. La galassia si muove nello spazio a 3.600.000 km orari. Stiamo facendo questo viaggio nel cosmo di cui tenere conto. Noi siamo parte di questo viaggio.

La Terra ha una storia di alcuni miliardi di anni, ma è una seconda generazione. Tutte le nostre sostanze e quelle del sistema solare ci sono state generosamente donate dalla Supernova che c’era in questo stesso posto e che ha concluso il suo ciclo per lasciare posto al sole. È una storia di evoluzione meravigliosa! Più di 4 miliardi di anni di interconnessione con il creato.

Per arrivare alla situazione in cui siamo oggi. Per arrivare a darci la nostra casa.

Ma noi non siamo soli. La nostra casa è possibile in sinergia con tutte le altre componenti, con le forme inanimate e animate. Purtroppo è l’uomo che negli ultimi anni nella sua evoluzione ha voluto prendere sempre più, adattando ai suoi voleri ciò che c’era intorno a lui.

In questo modo sta facendo sì che ora c’è il rischio reale che la sua vita sulla Terra non sarà più possibile.

Gli scienziati più accorti lo sanno e lo dicono: siamo quasi in una fase di non ritorno.

Le decisioni dovevano essere prese già qualche decennio fa.

Finalmente l’Unione Europea ha deciso di eliminare alcuni tipi di plastica usa e getta. I mari hanno isole di plastica e il mare stesso di per sé è composto di acqua e microplastiche, che poi diventano parte del ciclo biologico, dai pesci fino a noi. La plastica è stata trovata anche in alta quota sui ghiacciai dello Stelvio. Ormai respiriamo e persino beviamo e mangiamo microplastica!!

È giusto prendere coscienza responsabilmente di quello che è.

Da ciò che viene detto, si sa che se l’uomo non cambia e non trova provvedimenti non potremo più tornare indietro. Tutti siamo coinvolti, ognuno di noi!!

Questo rischio di estinzione del genere umano che sembrava lontano è vicino…

Nella storia della Terra, ci sono tantissime forme di vita che si sono estinte, perché non ci sono state più le condizioni per la loro sopravvivenza.

La vita dell’uomo, se la storia della Terra la immaginiamo di 24 ore, ha una durata di qualche secondo.

Forse siamo l’ultima generazione che può ancora salvare l’uomo. La situazione è molto drammatica ma abbiamo ancora una possibilità. Se vogliamo pensare ai nostri figli e ai nostri nipoti, non è che potremo andare molto più avanti.

 

Ci sono anche tante cose meravigliose intorno a noi! Pensiamo alla Terra che sta facendo un viaggio che parte da molto lontano e ha tanti compagni di viaggio e un collegamento reale con tutti i benefici che possiamo trovare nel Cosmo, nella natura e nella vita. Pensiamo alla fisica quantistica che ci dice che siamo uno con tutto.

E allora i sentimenti, i desideri, le emozioni, il passato, il presente, il futuro, sono tanti aspetti di cui tenere conto. Come le forme con cui l’esistente si manifesta e si esprime, che in quelle più alte, i rapporti aurei, sono in risonanza vibrazionale con tutto l’Universo.

Queste forme della materia e dei sentimenti sono in sintonia con i centri di energia che ci sono ovunque intorno a noi.

I buchi neri che si trovano al centro di ogni galassia sono centri di irradiazione di energia potentissimi che l’uomo non è ancora riuscito a capire e dove i concetti fisici conosciuti non hanno più senso e la materia assume altre forme. I buchi neri sono ovunque.

Sono buchi neri i vortici dell’acqua, ad esempio.

L’acqua che è la parte fondamentale della vita, è una sostanza quasi vivente. Negli oceani le correnti formano vortici ovunque, che la rigenerano ed entrano in risonanza con tutto il resto: nell’acqua dell’oceano c’è essenza vitale.

C’è una quantità quasi infinita di forme di vita, di una bellezza incredibile. Dall’oceano nasce la vita con il brodo primordiale e dall’acqua nasce la vita.

Se noi andiamo a conoscere queste cose, ci rendiamo conto che il canto di uccellini a 432 hz, i colori dei fiori, l’aria che accarezza gli alberi, tutto è interconnesso. Possiamo essere parte rispettosa di tutto questo, che è meraviglioso!

Abbiamo una responsabilità e dobbiamo muoverci su questa terra, che ci è stata data in prestito, in punta di piedi.

 

Il rapporto aureo, i vortici, i buchi neri, sono anche dentro di noi.

Dan Winter ha scritto libri interessantissimi sulle forme e le implicazioni che le forme hanno con le loro vibrazioni e come i sentimenti siano loro stessi una parte vibrazionale che interagisce con esse.

Lo strumento che misura il battito del cuore, che non è sempre costante, ci fa vedere che il rapporto tra alto e basso cambia, nella persona e tra persone, secondo il proprio umore, i propri sentimenti. Quando è in un sentimento di amore verso il partner, verso gli altri, verso la natura, il cuore ha un rapporto 1:1,618, che è il rapporto aureo.

Il cuore, quando c’è amore, batte in sintonia con le forme meravigliose intorno a noi e come la galassia nelle galassie…

Con la risonanza annulli ogni distanza, anche fisica.

Come se oggi telefonassimo a un amico in Australia, con la risonanza vibrazionale annulleremmo la distanza.

Quando capisci questo, non puoi più non essere cosciente di avere delle responsabilità.

 

C’è qualcosa di molto sottile, che c’è e se vogliamo possiamo vedere. Come l’essenza vitale, quello che consente a tutti gli esseri di avere una propria vita.

Grazie all’essenza vitale siamo vivi, abbiamo una forma, siamo materia, abbiamo facoltà umane che ci consentono di muoverci, sentiamo, ma poi tutto questo che è sostanza e sentimento è tenuto insieme da qualcosa che un po’ tutti nella storia hanno ricercato e che qualcuno chiama anima, qualcun altro spirito e che io qui ho chiamato essenza vitale.

L’essenza vitale è in noi, è qualcosa di non definibile in modo chiaro ma c’è anche in tantissime cose intorno a noi e noi possiamo usufruirne.

Sta nell’acqua, perché nei vortici dell’oceano c’è il plasma; sta nell’aria, perché nei boschi c’è l’essenza vitale che possiamo respirare; sta vicino ai corsi d’acqua, vicino alle cascate; sta sulle montagne; sta nell’azienda biodinamica dove i vari fattori dell’ambiente sono rispettati e armonizzati anche con l’inserimento dell’uomo.

Sta nell’ascoltare…la puoi sentire, la puoi vedere, sta nelle vibrazioni dei cristalli.

L’essenza vitale si esprime attraverso le vibrazioni ed è nelle sostanze.

Sta nelle piante, perché nel plasma delle piante c’è l’essenza vitale. Ma di quale pianta? Se è manipolata nel modo di farla crescere o cresce fuori dall’ambiente in cui dovrebbe stare, quella pianta avrà poca essenza vitale e plasma.

In quei prodotti freschi ottenuti in un modo in cui la pianta possa crescere in interconnessione ottimale con tutti gli altri esseri ed elementi, come avviene nella vera agricoltura biodinamica, quella pianta è ricchissima di essenza vitale. Se la mettiamo in bocca e la mastichi molto a lungo, questa essenza vitale entra in noi e ci fa tanto tanto bene, in tutti i sensi: a livello fisico, del cervello, del cuore e dei sentimenti. Entra nell’uomo nella sua interezza. Ecco perché le nostre scelte sono importanti.

Sicuramente le scelte in senso generale che possono fare i governi, che rappresentano il potere nel suo insieme, ma noi non possiamo delegare a loro le nostre scelte. Noi abbiamo il grande potere di fare scelte che fanno bene a noi stessi.

Se scegliamo il cibo con tutte quelle caratteristiche facciamo del bene a noi stessi, ai nostri parenti, agli amici. C’è una grande differenza negli alimenti, non solo da un punto di vista biochimico.

Le nostre scelte possono contribuire a invertire questo loop non positivo con cui mettiamo a rischio realmente l’uomo e la sua casa.

Dalla scelta di cibarci di cibo, che ha questa ricchezza di essenza vitale e viene prodotto in una maniera diversa, si sostiene un modo naturale di coltivare con cui l’uomo e la sua opera vanno a riequilibrare i danni che egli stesso ha causato e potrebbe continuare a causare.

Questa è una parte importante.

Tutti i giorni noi ci alimentiamo. Ed è importante a livello globale che si compiano queste scelte, che fanno bene a noi stessi e alla terra come organismo vivente.

C’è amore verso le future generazioni, verso i figli e i figli dei nostri figli.

 

Il benessere è legato anche ad altri aspetti che possiamo attuare e fare nostri.

Innanzitutto muoverci in ambienti idonei. Anche la pianta si muove, continuamente. E noi dovremo riscoprire di più il movimento per stare bene.

In un’azienda biodinamica, che è un luogo sacro della natura, o in un bosco, al mare, che è molto più salutare di inverno o vicino ad un corso d’acqua.

E poi ci sono i sentimenti, intesi in senso ampio.

L’amore può far produrre battiti al nostro cuore a rapporto aureo. Così come il rispetto, la collaborazione, l’umiltà. Questo porta benessere e longevità.

Benessere è cercare di scegliere consapevolmente cibi freschi ottenuti in modo consono, è movimento e siamo noi con il nostro intimo modo di sentire.

Questo implica scelte in tutti i sensi, che hanno conseguenze su di noi e su quello che c’è intorno a noi.

Se evolviamo nella conoscenza in modo umile ci rendiamo conto che siamo parte di qualcosa di più ampio e meraviglioso.

Se ci risvegliamo, ci rendiamo conto che solo così possiamo fare.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.