MIMUÈT Pinot Noir Riserva

 21,50

Nella lingua ladina –quella originariamente parlata in Alto Adige – mimuèt significa “secondo i miei gusti”.

Convinta che l’Alto Adige offra le condizioni migliori per coltivare il Pinot nero, l’azienda dedica molta passione a questo vitigno, con l’intento di ricavarne dei vini caratterizzati da un profilo preciso, leggerezza e struttura raffinata.

Per ottenere tutto ciò, assembla le uve di varie vigne, tutte situate in posizioni fresche, scegliendo accuratamente il momento della vendemmia, quando gli acini sono ancora croccanti e hanno un gusto vivo, in modo da produrre un Pinot nero con spiccate doti di freschezza e vivacità.

 

Vitigno:

Pinot Nero

Annata:

2014

Metodo di coltivazione:

agricoltura biologico-dinamica controllata, certificata Demeter

Descrizione:

all’occhio: rosso granato con riflessi rosso rubino

al naso: bouquet discreto, fruttato (bacche), erboso, delicati sentori di legno

in bocca: mediamente strutturato, elegante, agile, vellutato, fresco, con tannini percepibili

Invecchiamento ottimale:

2 – 6 anni

Abbinamento:

carni bianche, pollame, anatra, selvaggina, formaggi delicati

Provenienza:

Missiano (Appiano) e Pochi (Salorno) Altitudine: 370 – 520 metri s.l.m.

terreni ghiaiosi, calcarei e di origine morenica, argillosi negli strati superiori

Età delle viti:

10 – 12 anni

Vendemmia:

11 – 19 settembre 2014

Vinificazione:

Fermentazione: macerazione spontanea
Affinamento del vino: fermentazione malolattica in parte in acciaio, in parte in botti di legno e in parte in vasche di cemento

Alcool:

13,5 % vol.

Acidità:

5,3 g/litro

Imbottigliato:

luglio 2016

Esaurito